Gestione Livit 2020: rassegna

livit-experten-bewirtschaftung-buero_wolfgang_stiebellehner_840x560px

Pianificazione e improvvisazione in tempi di crisi

Il 2020 è stato caratterizzato dal continuo cambiamento di piani. La pandemia ha modificato la routine e i processi aziendali hanno dovuto essere adattati alla situazione. Nel Real Estate Management, la gestione ha dovuto affrontare nuove sfide. Wolfgang Stiebellehner, responsabile della gestione Livit, ha illustrato alla redazione le esperienze e i successi dell’anno passato e le prospettive per il 2021.

 

Improvvisazione e leadership

Nella seconda metà di marzo, tutto ha dovuto essere organizzato in fretta e furia, dopo che ad inizio marzo nessuno avrebbe potuto immaginare un lockdown in Svizzera. Con la formazione di diverse taskforce che hanno lavorato a stretto contatto è stato sviluppato in pochi giorni un modello operativo. L’atteggiamento di tutti i coinvolti è stato decisivo: «Un team è qualcosa di più grande della somma di ogni singolo individuo». Le soluzioni che in tempi normali avrebbero richiesto settimane o mesi sono state pronte in brevissimo tempo. «Abbiamo tratto vantaggio dal fatto che negli ultimi cinque anni abbiamo profondamente radicato nella nostra cultura il DNA della gestione del cambiamento. È stato un piacere vedere come tutti i collaboratori siano stati agili e flessibili nell’affrontare i nuovi processi», dichiara Wolfgang Stiebellehner. 

Affrontare la crisi commerciale

Particolarmente messo alla prova quest’anno è stato il dipartimento di gestione, che si è trovato ad affrontare le innumerevoli richieste di supporto da parte dei locatari commerciali. I collaboratori Livit hanno dovuto chiarire e rispondere a queste richieste oltre alle loro attività quotidiane. «La motivazione intrinseca di ogni collaboratore a prestare un grande contributo in questa difficile situazione è stata sicuramente un punto saliente», afferma Wolfgang Stiebellehner. 

La motivazione intrinseca di ogni collaboratore a prestare un grande contributo in questa difficile situazione è stata sicuramente un punto saliente.
Wolfgang Stiebellehner
,
responsabile gestione
Wolfgang Stiebellehner è responsabile della gestione Livit dal 2014. Egli ripone grande valore in un’organizzazione capace di adattarsi e che abbia il cambiamento nel suo DNA. In quanto ex informatico di gestione, la trasformazione, l’automazione e la digitalizzazione sono stati già sin dagli anni ‘90 i suoi strumenti per migliorare i processi operativi. Per lui è importante che delle idee chiare – all’interno di un piano – stabiliscano la direzione per guidare le fasi di sviluppo.

 

Dall’oggi al domani in home-office

In Livit è stato possibile soddisfare senza indugio le direttive dell’UFSP, poiché negli ultimi anni erano state create le condizioni per lavorare da remoto. «Con un po’ di fortuna, è giusto dire, tutte le conversioni necessarie per il lockdown sono state completate a marzo 2020. Siamo stati così in grado di far lavorare i nostri collaboratori in home-office senza alcuno stress», spiega Wolfgang Stiebellehner. L’obiettivo dell’evoluzione verso il digital workplace era quello di liberare i collaboratori dalla postazione di lavoro fissa. Idealmente, gli amministratori di gestione sono sul posto e accanto ai propri clienti. Dovrebbero essere in grado di svolgere il loro lavoro amministrativo ovunque si trovino – questa è la visione formulata nel 2015.

Con un po’ di fortuna, è giusto dire, tutte le conversioni necessarie per il lockdown sono state completate a marzo 2020. Siamo stati così in grado di far lavorare i nostri collaboratori in home-office senza alcuno stress.
Wolfgang Stiebellehner
,
responsabile gestione

Mancava ancora una sola componente: la firma digitale dei contratti. I collaboratori Livit avevano già modo di firmare i documenti con una firma digitale qualificata, ma a marzo non c’era ancora l’opzione per la firma digitale da parte dei clienti. La soluzione è arrivata ad ottobre con il portale locatari myLivit, per il quale Livit ha vinto il premio «Best of Swiss Apps» tra 270 concorrenti.

livit-jobs-zusammenarbeit-corona_636x432px

I passi verso il digital workplace

Proprio come quando si costruisce una casa, nello sviluppo organizzativo e nella digitalizzazione le fondamenta devono essere solide per potervi costruire sopra – c’è bisogno di un piano. Negli ultimi cinque anni, Livit ha preparato la «sala macchine». L’attenzione iniziale si è concentrata sulla digitalizzazione dei sistemi analogici di base, come l’archiviazione cartacea e la telefonia basata sulle postazioni di lavoro. Solo dopo questi passaggi è stato possibile digitalizzare processi aziendali complessi. 

Oggi i nostri processi standard, come il flusso di lavoro dei creditori, la posta in entrata, il processo di locazione, il CRM locatari e i processi commerciali, sono stati digitalizzati e l’organizzazione è pronta a fare un passo avanti e, ad esempio, elaborare digitalmente le richieste dei locatari del nuovo portale locatari. Le fasi di lavoro senza valore aggiunto sono automatizzate attraverso un controllo basato sui dati ed è stato creato un ecosistema per i locatari e i collaboratori che aumenta la «convenience», vale a dire la comodità.

Vincere il premio «Best of Swiss Apps» è stata una conferma per tutti i collaboratori Livit: ci troviamo sulla strada giusta! È stata la fine emozionante di un anno difficile che ha richiesto molto da parte nostra.
Wolfgang Stiebellehner
,
responsabile gestione
mieterportal_preview_mobile_media_widget_it_871x490px

Ruolo pionieristico con Best of Swiss Apps

Il portale locatari Livit è stato sviluppato come applicazione basata sul web e ha confermato il nostro ruolo pionieristico in termini di digitalizzazione nel mercato immobiliare. myLivit ha vinto il titolo di «Best of Swiss Apps 2020» e allo stesso tempo diverse medaglie d’oro, argento e bronzo. Wolfgang Stiebellehner commenta così il successo: «Vincere il titolo è stata una conferma per tutti i collaboratori Livit: ci troviamo sulla strada giusta! È stata la fine emozionante di un anno difficile che ha richiesto molto da parte nostra».

Prospettive per il nuovo anno

La nostra ambizione è quella di fornire le migliori prestazioni ai nostri clienti. Ora che possiamo guardare al 2020 con grande soddisfazione, l’obiettivo è quello di mantenere lo stesso slancio anche nel nuovo anno. I nostri collaboratori hanno già trascorso mesi per lo più in home-office. Non abbiamo mai desiderato tanto l’interazione faccia a faccia con colleghi e partner commerciali. La situazione difficile continua a richiedere grandi capacità di resistenz. 

Con uno stile di leadership motivante, un piano comprensibile ai collaboratori, spiegando PERCHÉ e con un approccio e una cultura positiva degli errori, sono convinto che anche alla fine del 2021 potremo guardare indietro con orgoglio a ciò che avremo raggiunto.
Wolfgang Stiebellehner
,
responsabile gestione

Una parte importante del mantenimento della qualità del servizio è uno stile di conduzione motivazionale, come descritto da Wolfgang Stiebellehner: «Il mio motto è: «Bisogna amare le persone per poterle guidare bene». Con uno stile di leadership motivante, un piano comprensibile ai collaboratori, spiegando «perché» e con un approccio e una cultura positiva degli errori, sono convinto che anche alla fine del 2021 potremo guardare indietro con orgoglio a ciò che avremo raggiunto».

Scrivete anche voi delle storie di successo con il vostro immobile e lavorate con Livit come professionista affermato del Real Estate Management. I nostri servizi di gestione sono cuciti su misura per voi.

 

Gennaio 2021

X