Livit-Immobilien-Zukunft

Il futuro dell'abitazione è caratterizzato da cambiamenti massicci: la digitalizzazione consente di automatizzare i processi complessi. I proprietari, i gestori e i locatari ricevono maggiori informazioni commisurate alle loro esigenze al fine di prendere decisioni, monitorare le spese e aumentare il benessere.

Tecnologie moderne velocizzano i processi, riducono i tempi, salvaguardano risorse preziose e abbinano aspetti urbani ed ecologici. Al fine di sfruttare le possibilità innovative Livit analizza e rielabora processi esistenti e sviluppa ulteriormente le strutture. Sulla via verso l'economia immobiliare 4.0 integriamo la gestione locazioni ed edilizia nonché il facility management direttamente a livello digitale nell'amministrazione. Al contempo formiamo le collaboratrici e i collaboratori per prepararli alle loro mansioni, in futuro fortemente orientate alla consulenza. Operando questa combinazione di competenze tecnologiche e personali, creiamo soluzioni integrate a beneficio degli investitori e dei proprietari immobiliari privati.

Dalla fase di stallo al flusso
Uno fra gli esempi di digitalizzazione progressiva presso Livit è il collegamento, a livello tecnico e di processi, tra la gestione classica e le possibilità del moderno modello di gestione di informazioni di un edificio. Questa interfaccia tra allestimento e gestione oggi è toccata da un blocco delle informazioni. Infatti, solo una minima parte del know-how generato prima e durante una costruzione confluisce veramente nella gestione successiva o nei sistemi del "Computer Aided Facility Management" (CAFM). Pertanto, del know-how prezioso che potrebbe essere destinato a una gestione economica ed ecologica va perso per sempre. Per garantire il flusso di informazioni e rendere utilizzabili i dati per la gestione degli immobili, Livit elabora modelli pertinenti in collaborazione con architetti e progettisti specializzati nonché con esperti in materia di gestione e facility management. Applicando nuovi approcci riflessivi e forti delle conoscenze acquisite in altri rami, essi combinano i settori finora isolati riunendoli in un modello di gestione di informazioni di un edificio.

Più precisione ed efficienza
In azienda pulsanti e sensori, valori limite nonché ulteriori indicatori forniscono informazioni su immobili e infrastrutture. I dati di ulteriori oggetti immobiliari, l'Internet of Things, completano e aggiornano le informazioni e generano "big data". Questi dati sono disponibili per analisi e pronostici. Ciò permette alla gestione e al facility management una possibilità d'intervento più precisa ed efficiente che, a sua volta, ottimizza i costi e il comfort. Pertanto, i proprietari decidono in merito alla manutenzione sulla base dei dati e i locatari influiscono sulle spese accessorie – entrambi dispongono in futuro di dati completi e consistenti.

La combinazione vincente
La digitalizzazione cambia la costruzione o il rinnovo degli immobili – e di conseguenza anche il Real Estate Management nel suo complesso. Infatti, tecnologie di piattaforma innovative connettono sistemi complessi e ottimizzano catene del valore per tutte le fasi della durata di vita dell'immobile. Con le nuove possibilità cambia anche il lavoro delle persone. Se le macchine subentrano nell'espletamento di lavori quotidiani, aumentano le esigenze nei confronti delle persone. Pertanto, sul percorso verso il futuro dell'immobiliare, Livit presta maggiore attenzione alla combinazione di servizi digitali e competenze specialistiche e individuali dei consulenti provenienti dai settori specializzati gestione, gestione locazioni ed edilizia nonché facility management. Grazie ai contatti digitali e analoghi, entrambe le vie di comunicazione consentono un rapporto personale e improntato alla fiducia, creando così plusvalore per proprietari, gestori, locatari nonché per tutti gli utenti.

 

Giugno 2017